Massimiliano Fanni Canelles

Viceprimario al reparto di Accettazione ed Emergenza dell'Ospedale ¨Franz Tappeiner¨di Merano nella Südtiroler Sanitätsbetrieb – Azienda sanitaria dell'Alto Adige – da giugno 2019. Attualmente in prima linea nella gestione clinica e nell'organizzazione per l'emergenza Coronavirus. In particolare responsabile del reparto di infettivi e semi – intensiva del Pronto Soccorso dell'ospedale di Merano.

Chi pagherà il massacro dei deboli?

“Uccidervi è per noi una cosa estremamente semplice” è il titolo di un rapporto pubblicato dall’Osservatorio per i Diritti Umani (HRW). Un documento di 101 pagine sulle principali forme di abuso prevalenti a Kabul e nelle province densamente popolate nel Sud-Est dell’Afghanistan. Ma la discriminazione nei confronti delle donne e dell’infanzia si traduce nella migliore…

La forza della vita

Ancora all’inizio del XIX secolo si credeva che gli esseri viventi potessero crescere, produrre e riprodursi grazie ad una forza misteriosa: la forza della vita. Soltanto con gli studi di Friedrich Wöhler (1800-1882) la teoria della “forza della vita” scomparve dalla scienza e si cominciarono a capire i processi fisiopatologici. Di certo non ci sono…

Le leggi si possono cambiare

Nella società occidentale la relazione del padre con il figlio deve fronteggiare le spinte di frattura provocate da pregiudizi, tradizioni e consuetudini giudiziarie che fino ad oggi sono prevalse nelle decisioni per l’affidamento dei figli nelle separazioni coniugali. La legge sull’Affidamento Condiviso appena approvata al Senato, con le sue innegabili limitazioni, rappresenta il primo passo…

Tentare di spostare il peso della bilancia non è soluzione al problema

La legge 194 afferma che lo Stato garantisce il diritto alla procreazione cosciente e responsabile, riconosce il valore sociale della maternità, tutela la vita umana dal suo inizio, promuove i servizi socio-sanitari per evitare che l’aborto sia usato come controllo delle nascite. Fino ad ora la discussione sulla validità o meno di questa legge è…

L’eredità preziosa di Carlo Alfredo Moro

Delinquente o vittima?

Le regole della morale alle quali tutti noi ci riferiamo vengono interiorizzate nell’infanzia e nell’adolescenza grazie ai processi di socializzazione e di educazione svolti dalle istituzioni e dalla famiglia. Il rispetto di queste norme permette la salvaguardia dei valori umani e dei desideri corrispondenti all’aspettativa sociale, ma anche sostiene l’ordine, i diritti e i doveri…

La “Ruota per l’infanzia senza diritti”

“Tra gli animali ha trovato l’affetto del quale aveva tanto bisogno”, raccontano lo psicologo e l’assistente sociale che hanno preso in cura Axel, un bambino cileno abbandonato a soli cinque mesi dalla mamma e trovato a 11 anni nudo, allattato dai cani, in una grotta della città di Talcahuano nel Cile Meridionale. Bambini che vivono…

Vittime di nuovi demoni

La società attuale, proiettata verso la globalizzazione e la spasmodica ricerca di benessere a “basso costo” evidenziano, con sempre maggior violenza, segni di malessere, disorganizzazione, destrutturazione e confusione della collettività. Le premesse culturali, l’incompetenza, la malafede, pratiche educative discutibili, esperienze di maltrattamento, difficoltà economiche e sociali incentivano l’uso della droga e della violenza come mezzi…

L’uomo tra etica e morale

Rapidi cambiamenti dei rapporti tra scienza e uomo, tra potere e libertà investono il mondo della politica e della società e ci costringono al confronto con ideologie, leggi e fedi religiose diverse, ma soprattutto con modelli culturali, convinzioni e sistemi di valori in continua evoluzione. Nella nostra società convivono quindi visioni diverse dell’uomo, della società,…

Habemus Papam

Annuntio vobis gaudium magnum, habemus Papam: Eminentissimum ac Reverendissimum Dominum, Dominum Josephum, Sanctae Romanae Ecclesiae Cardinalem Ratzinger, qui sibi nomen imposuitBenedictum XVI”. Josef Ratzinger quando era consigliere del cardinale di Colonia era un “giovane selvaggio’’ che ha combattuto lo status quo nella Chiesa per chiedere un rinnovamento liturgico. Dai teologi pretendeva il “coraggio di soffrire’’…