Sarai i miei occhi, riappropriarsi dei colori della vita grazie ai cani guida

“Una differenza sostanziale tra essere cieco col bastone e un cieco con il cane è che il primo allontana le persone intorno a sé mentre il secondo le avvicina”.

“Sarai i miei occhi” è un libro che parla proprio di persone che si trovano in questa situazione, dei loro animali guida e del legame unico che li lega. Nato da un’idea di Marco Premoli con la partecipazione di Giovanni Fossati, il volume in questione è frutto della sinergia tra un protagonista del no profit e un leader del settore commerciale dei prodotti per animali. Grazie alla collaborazione di Maxi Zoo Italia Spa, il Servizio Cani Guida dei Lions di Limbiate trova uno strumento di sensibilizzazione e divulgazione sull’importante attività di istruzione degli animali a quattro zampe impiegati a supporto degli ipovedenti.

Il centro Lions nasce nel lontano 1959 per volere di Maurizio Galimberti che, dopo una carriera da ingegnere areonautico, a seguito di un incidente durante la Seconda Guerra Mondiale divenne cieco. Questa condizione lo spinse in Germania dove esisteva una scuola di formazione per cani guida. Tornando in Italia, con un nuovo amico peloso, e sperimentato questo rapporto speciale, decide di aprire un centro a Milano specializzato nella formazione dei cani con la missione di supportare le persone con vista limitata o assente.

Giovanni Fossati, attuale presidente del servizio, spiega la valenza che va oltre il senso pratico: “Donare un cane guida a un non vedente significa offrirgli la possibilità di vedere ma, in realtà ciò che accade è qualcosa di ancora più importante: a quell’uomo, a quella donna, viene ridata la vita”.

“Sarai i miei occhi. Storie di un legame unico” oltre ad essere esempio eccellente di come gli obiettivi dell’associazionismo e il mondo del no profit possano trovare coesistenza e convergenza, è un libro non solo prodotto in modalità cartacea ma anche e-book, versione questa che si trova al 7° posto nella classifica IBS e soprattutto nella versione audio-libro, proprio per permetterne la fruizione da parte di un pubblico di persone vedenti e non.

Comprando questo volume, nelle diverse forme disponibili, il centro cani guida riceve una donazione che viene impegnata proprio per la formazione degli “angeli a quattro zampe”. Fino ad ora sono stati raccolti 250.000 euro, che sono sufficienti per il percorso completo di soli 7 cani guida, percorso questo che comprende non solo l’educazione specifica ma anche vitto e alloggio fino alla maturità dell’animale, maturità che lo abilita alla funzione di cane-guida. Il volume può essere scaricato da tutte le piattaforme ebook ed acquistabile in cartaceo nei negozi Maxi Zoo.

Una delle testimonianze che si possono leggere nel libro è quella di Laura che, oltre a raccontare la sua storia e le sue vicissitudini spiega in che modo la presenza del suo cane Max ha influenzato positivamente tutta la sua esistenza.

rai 2 parlamento del 28-11-2017 from Cani guida Lions Lions on Vimeo.

Michel Mucci
Nato nel 1985 a Gorizia contesto questo pluri culturale e linguistico. Laureato nella facoltà di lingue e letterature straniere dell’Università di Udine in relazioni pubbliche. Da 10 anni attivo nel mondo del volontariato locale e impegnato socialmente e politicamente. Passato da ufficio stampa per eventi e in diversi enti pubblici, ora opera all’interno di una company come responsabile recluting e gestione risorse umane.

Michel Mucci

Nato nel 1985 a Gorizia contesto questo pluri culturale e linguistico. Laureato nella facoltà di lingue e letterature straniere dell’Università di Udine in relazioni pubbliche. Da 10 anni attivo nel mondo del volontariato locale e impegnato socialmente e politicamente. Passato da ufficio stampa per eventi e in diversi enti pubblici, ora opera all’interno di una company come responsabile recluting e gestione risorse umane. 

Tags:

Rispondi