Ginevra Zelaschi

Ginevra Zelaschi nasce a Trieste il 17 maggio 1995. Si diploma al Liceo Classico “Dante Alighieri” di Trieste nel 2014 e successivamente s’iscrive al corso di laurea triennale in Studi Umanistici con indirizzo storico-artistico presso l’Università degli Studi di Trieste, dove si laurea nel 2017. Consegue la laurea magistrale in Economia e Gestione delle Arti e delle Attività culturali presso l’Università Ca’Foscari di Venezia nel 2020. Nel 2018 partecipa alla realizzazione della mostra antologica “Romano Ukmar” tenutasi tra settembre e ottobre 2018 nella sede di Villa Prinz a Trieste. Nel 2021 collabora al Festival di arte contemporanea DeSidera curando la sezione dedicata ai giovani artisti presso la sala Piccola Fenice di Trieste. Attualmente è iscritta al secondo anno della Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell’Archivio di Stato di Trieste e lavora nelle biblioteche del polo umanistico dell’Università degli Studi di Trieste.

Body performance: il CAM di Casoria coinvolge il mondo del porno

Il 17 giugno il CAM Contemporary Art Museum di Casoria ospiterà una body performance con protagonista la porno attrice Valentina Nappi. Ad annunciarlo lo stesso direttore del museo Antonio Manfredi. L’evento s’inserisce nel ciclo di appuntamenti “Aperiart Senses” dedicati al rapporto tra l’esperienza sensoriale, l’arte e la musica.  Durante la performance si potrà annusare il…

Sos bibliotecari: la situazione delle biblioteche pubbliche in Italia

Marzo 2022: la Biblioteca nazionale universitaria di Torino è costretta a ridurre i suoi orari. I servizi di prestito e consultazione sono aperti al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.30, mentre prima erano garantiti dalle 8 alle 19. È stata cancellata anche l’apertura del sabato mattina. Il direttore dell’Istituto, Guglielmo Bartoletti, ha…

La risposta del mondo culturale alla guerra tra Russia e Ucraina

Il conflitto tra Russia e Ucraina ha causato la prima perdita nel mondo culturale: il Museo di Storia Locale a Ivankiv nei pressi di Kiev. Una bomba ha colpito il sito nella notte tra il 27 e il 28 febbraio provocando un incendio e distruggendo la collezione di opere dell’artista naïf Mariia Pryimachenko, insigne rappresentante…

La questione della movimentazione delle opere d’arte: il caso del Museo archeologico nazionale di Napoli

16 gennaio 2022: viene inaugurata al Museo Nazionale di Tokyo la mostra “Pompei”, una celebrazione della città romana attraverso centinaia di reperti raccolti in oltre trecento anni di scavi. L’esposizione sarà itinerante e farà tappa nei principali musei del Giappone fino alla fine dell’anno. Tra i diversi manufatti presentati al pubblico, 160 oggetti provengono dal…