Categoria: Economia

INTELLIGIENZA ARTIFICIALE, DEFICIENZA CULTURALE

Il problema non è quello dell’intelligenza artificiale, ma della scarsezza naturale in capo a chi la descrive come un pericolo.Il mito negativo è antico, il suo paradigma sempre uguale: la macchina, sia essa un computer o un assemblaggio di cadaveri, dopo essere stata creata prende coscienza di sé e si rivolge contro il proprio creatore.…

FONDI & PROGETTI PER CREARE IL PERSONALE DI DOMANI

MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO IPERSPECIALIZZATI SARANNO DISPONIBILI A BREVISSIMO. OCCORRE INVESTIRE IN PROGRAMMI DI STUDIO E NELLA CREAZIONE DI NUOVI MANAGER E OPERATORI DI ALTO LIVELLO CAPACI DI GESTIRE E SEGUIRE IL RITMO DI CRESCITA DELLA NUOVA INDUSTRIAOttantacinquemila nuovi posti di lavoro tra il 2016 e il 2018 nel settore ICT. E saranno anche…

I vaccini in sperimentazione per il #Covid19 #Sars-CoV-2 sembrano funzionare. Ma la strada è ancora lunga.

I risultati che stanno emergendo dalle zone dove non ci sono stati gravi emergenze ospedaliere e sanitarie da covid-19 (come Verona) presentano un basso rischio di infezione grazie al comportamento virtuoso dei cittadini che hanno in maggioranza rispettato il periodo di lockdown. I dati però rilevano come l’immunità di gregge sarà impossible ottenerla senza vaccino.…

CHI HA PAURA DELL’OPERAIO ROBOT?

DAVVERO LE MACCHINE CI PORTERANNO VIA IL LAVORO? NEL NOSTRO FUTURO C’È LA LOTTA FRA OPERAI “MECCANIZZATI” ED ESSERI UMANI? LA PROSPETTIVA DI UNA SOSTITUZIONE DI MASSA NON È ANCORA UNA REALTÀ. E AL CONTEMPO C’È BISOGNO DI FORMARE UNA INTERA NUOVA CLASSE DI SPECIALISTI Davvero i robot ci porteranno via il lavoro? Cos’è questa…

L’INTERNET DELLE COSE TRACCIA LA MAPPA DEL MONDO REALE

TUTTO DIVENTA DATI, TUTTO DIVENTA INTERCONNESSO: COSÌ DAL CONCRETO SI PASSA AI CODICI. E SI AVVICINA IL MOMENTO DI RISCRIVERE IL DIRITTO DELLE GENTI E DELLE COSE NEL TERZO MILLENNIOSiamo quotidianamente immersi in un mare di informazioni. Ciascuno di noi ne produce continuamente: foto, post, e-mail, la musica che ascoltiamo, i nostri commenti, uniti a…

IMPRESA, UOMO E AMBIENTE: QUALE FUTURO CI ASPETTA?

IL GLOBAL COMPACT DELLE NAZIONI UNITE E LE LINEE GUIDA DELL’OCSE DESTINATE ALLE IMPRESE MULTINAZIONALI INCORAGGIANO POLITICHE SOSTENIBILI IN TEMA DI LAVORO, AMBIENTE, DIRITTI UMANI E CONTRASTO ALLA CORRUZIONEIl Libro Verde presentato nel 2001 dalla Commissione Europea promuove un quadro comune per la responsabilità sociale delle imprese. Anche se il concetto non è totalmente nuovo,…

Criptovalute: fra opportunità e pericoli nascosti

Fra i molteplici vantaggi delle criptovalute si incuneano inevitabili rischi sistemici. La bilancia potrebbe pendere da un lato o dall’altro, ma certamente l’evoluzione del sistema economico deve tenere conto di un trend che tende verso un maggior impiego della tecnologia nelle transazioni finanziarie. Come noto, il ruolo del denaro nel sistema economico è triplice, esso…

L’Unione Europea frena sulle criptovalute. Decisione saggia o anacronistica?

Una scelta che ha scatenato opinioni contrastanti nel mondo della finanza. Si potrebbe infatti sostenere che l’Unione stia apertamente cercando di contrastare un soggetto economico specifico, ovvero Facebook; la multinazionale americana ha infatti appena lanciato il suo progetto di criptovaluta, denominato Libra. Le schermaglie fra i giganti del web e le autorità dell’Unione sono all’ordine…

L’UE dichiara guerra al cambiamento climatico, ma i Governi disertano il campo di battaglia

Lo scorso novembre, il Parlamento Europeo ha votato una storica risoluzione che apre ad una battaglia su più fronti contro il cambiamento climatico. Una maggioranza trasversale di 429 parlamentari guidata da Socialisti, Verdi e Liberali, ha richiesto la fine di politiche di incentivi per l’utilizzo dei combustibili fossili. Invece, come suggerito anche dal Fondo Monetario…

Quando politica monetaria e politica fiscale non bastano: la (mancata) crescita della produttività come elemento chiave del divario Nord-Sud Europa

Il Presidente uscente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, ha recentemente asserito che per raggiungere obiettivi di crescita economica ottimali, l’Unione Europea deve adottare politiche fiscali coerenti fra Nord (a basso debito) e Sud (ad alto debito). I Paesi del Nord devono quindi fare più spesa e stimolare l’intera economia. Al contempo si dovrebbero creare…