Dinamo Zagabria – Stella Rossa: antipasto indigesto della guerra jugoslava

di Lorenzo DegrassiA Parigi episodi di antisemitismo. In Polonia e Russia è spesso caccia all’uomo. E, in Brasile, oltre 300 morti in 25 anni... Anche la Francia, nel suo passato, ha fatto i conti con una strage in uno stadio: accadde nel 1992 a Bastia, Corsica, durante una partita di Coppa di Francia. A causa del cedimento delle gradinate metalliche provvisorie, montate per l’occasione al fine di contenere il surplus di spettatori, vi fu la morte di 18 persone e il ferimento…

Continua »

Tifo violento? Non solo nel calcio

di Stefano RongioneAnche in altre discipline si sono verificati episodi eclatanti, ma il numero di incidenti non è minimamente comparabile con il pallone Premessa Tra gli anni ‘70 e ‘80 gli ultras vengono a crearsi anche nei pianeti delle altre discipline a squadre. Va, però, sottolineato in partenza: le intemperanze dei tifosi…

Continua »

Inglesi o Tedeschi: da chi prendere esempio?

di Lorenzo DegrassiNessun Paese al mondo ha la ricetta per arginare il fenomeno, ma c’è chi, negli ultimi due decenni, si è mosso meglio dell’Italia Ciclicamente, l’opinione pubblica torna a discutere sui modelli da seguire per arginare gli episodi di violenza all’interno (e all’esterno) degli stadi. Molto spesso ci si appella ai…

Continua »

In Italia non esiste la certezza della pena

di Gabriele LagonigroFranco Maccari, Segretario generale del Coisp, il Coordinamento per l’indipendenza sindacale delle forze di polizia: “Le spese per i servizi di ordine pubblico siano pagate dalle società” È una delle sigle più importanti e partecipate fra le forze dell’ordine, con…

Continua »

Gabriele Sandri: sette anni, ma sembra ieri

di Gabriele LagonigroL’11 novembre 2007, nell’area di servizio di Badia al Pino, il tifoso della Lazio fu ucciso da un proiettile sparato incautamente da un agente. La famiglia ne sta onorando il nome nel migliore dei modi A novembre saranno otto anni,…

Continua »

Anche Ciro Immobile dice no al calcio malato

di Francesca ChiadesL’attaccante della Nazionale e del Borussia Dortmund è il testimonial di AICOVIS, l’Associazione Italiana Contro la Violenza negli Stadi presieduta da Rosario Iannucci Nel 1985, a Bruxelles, morirono 39 persone poco prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni Juventus-Liverpool.…

Continua »

Progetto sport pulito: le linee guida per un’iniziativa sociale e informativa

di Giuseppe DonnoIl Comitato Friuli Venezia Giulia della Federazione Italiana di Atletica Leggera ha collaborato con le amministrazioni pubbliche per promuovere salute, benessere e corretto stile di vita di fronte a migliaia di studenti Nel corso del 2010, tramite il Comitato Regionale…

Continua »

Io, in vacanza con il mio sfidante…

di Mauro SantoniAugusto Sparano è stato campione mondiale di muay thai; sport violento per antonomasia, ma la battaglia finiva sul ring. “Dopo il gong ci si abbracciava e si restava amici” All'inizio del nuovo secolo, il suo sguardo magnetico ed i suoi…

Continua »

Sparano, Palmares da Campione

Primo titolo nel 1988, iniziando con il full contactClasse 1963, odontotecnico, si avvicina al mondo del Full Contact a 18 anni. Dimostra subito un discreto talento, ma diventa vincente solo dopo aver imparato i fondamentali nel pugilato. Approda a questo sport a 23 anni con ottimi risultati, vincendo…

Continua »

Tra Islam e Cristianesimo

di Mauro FarinaConfrontando due delle maggiori religioni, Islam e Cristianesimo, vi sono alcuni punti che, ad un musulmano risulta difficile comprendere, mentre è diverso per un cristiano. Sono due delle religioni più diffuse e praticate, l’Islam e il Cristianesimo. Ma, come per…

Continua »

Educare, non punire

di Massimiliano Fanni CanellesOgni giorno milioni di bambini vengono abusati o sfruttati. Venduti e comprati come merci, costretti a combattere come soldati, piegati da lavori logoranti o gettati nel mercato della tratta e della prostituzione. Spesso, l’inferno comincia in famiglia per poi passare…

Continua »

Educare prima di tutto

di Davide GiacaloneChi compie un crimine va punito, ma quando si tratta di minori, o minori stranieri non accompagnati, il rimedio non può essere la semplice punizione. Serve investire in luoghi diversi dal carcere, ove la vita sia la tangibile costruzione del…

Continua »

I Pilastri della Giustizia

di Serenella PesarinLa legislazione italiana è strutturata in modo tale che la funzione educativa, in contesto penale, assuma un maggior rilievo rispetto alle misure detentive, che occupano ora una frazione residuale. Questa scelta ha permesso al minore di intraprendere un percorso finalizzato…

Continua »

CONVENZIONE SUI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

Articolo 19 1. Gli Stati parti adottano ogni misura legislativa, amministrativa, sociale ed educativa per tutelare il fanciullo contro ogni forma di violenza, di oltraggio o di brutalità fisiche o mentali, di abbandono o di negligenza, di maltrattamenti o di…

Continua »

Diversità culturale e Giustizia nei minori immigrati

Articolo a cura dell’Istituto Psicoanalitico per le Ricerche SocialiIl tema dei minori stranieri apre a molte riflessioni. Nel prendere in considerazione le loro carriere devianti, si è costretti a considerare almeno due vertici di osservazione: uno riguarda la variabile sociologica, relativa al portato migratorio o alla diversità culturale,…

Continua »

Dati ed evidenze dell’attività della Giustizia minorile

Articolo a cura dell’Istituto Psicoanalitico per le Ricerche SocialiAlcuni dati relativi ai flussi di utenza dei minori all’interno delle strutture della Giustizia minorile nell’arco di tempo compreso tra il 2000 e il 2013 consentono di porre in evidenza alcune tendenze Due, sostanzialmente, sono le direttrici lungo le quali…

Continua »

Cos’è l’affidamento familiare

Centro nazionale di documentazione ed analisi per l'infanzia e l'adolescenzaIn Italia l'affidamento familiare è regolamentato dalla Legge 184/1983, che è stata successivamente modificata dalla Legge 149/2001. L'affidamento familiare consiste nell'accoglienza di un minore per un periodo di tempo determinato presso una famiglia, un single o una comunità di tipo…

Continua »

La vita è più forte del terrorismo. Intervista a Rebekah Gregory, sopravvissuta all’attentato alla Maratona di Boston.

di Angela CaporaleRebekah Gregory aveva 26 anni e si trovava a Boston, durante la maratona, insieme a suo figlio, Noah, e al suo compagno, Pete Di Martino. Doveva essere una semplice gita, organizzata per supportare la madre di Pete che partecipava alla…

Continua »