Category: home

BARBARA CONTINI: l’Ambasciatrice della Speranza in Sri Lanka e Sudan.

14 febbraio 2005 Barbara Contini ha annunciato oggi in una conferenza stampa nel palazzo della provincia di Trieste il mandato conferitoli dal Ministero degli Esteri per gli aiuti umanitari nel continente asiatico e contestualmente ha ufficializzato la collaborazione con l’associazione SPES onlus per i progetti di ricostruzione nello srilanka  la cui costa a fine dicembre…

Sull’onda dell’emozione: le rivelazioni dello tsunami

La Natura comunica, purtroppo con un linguaggio che l’essere umano non è più in grado di comprendere. La tragedia dello tsunami nel Sud-est Asiatico del dicembre 2004 ha scosso le nostre coscienze e toccato le nostre più profonde corde emotive, ma i misfatti che, a distanza di quasi due mesi, sono emersi dalle conseguenze del…

Intervista con Sandra85

Depressione, ansia, bulimia, anoressia sono disturbi sempre più frequenti nei giovani nati nella cultura occidentale. E’ stato scritto e detto molto riguardo a queste psicosi ma non è facile interpretarle e nemmeno descriverle. Uno dei modi migliori per affrontare il problema è quello di dare voce a chi è coinvolto direttamente, Sandra85 è lo pseudonimo…

La Gabbia dell’indifferenza

Sciluni, Abidash, Brian, Susil. I bambini dimenticati “salvati” dallo tsunami hanno occhi grandi da cerbiatto e un sorriso in gabbia. Nascosto dalle sbarre degli orfanotrofi-lager, appannato da anni di violenze, spento dagli spari della guerra civile. Ma ora l’onda assassina che in Sri Lanka ha spazzato via case, scuole, famiglie, ha squarciato per sempre la…

Sorrisi ingabbiati

Il viaggio nell’inferno dei sorrisi ingabbiati comincia nei cameroni sporchi dell’Halpatota children home, un “detention” del sud dove  un centinaio di bimbi – molti abusati – vivono “parcheggiati” in attesa che si decida a chi affidarli. E da lì, risalendo la costa, arriva ad un remand a Kottawa, vicino a Colombo, un riformatorio-lager dove 55…

Filo spinato

L’onda che uccide ha cancellato case, alberghi, resort. Non le differenze. Se nel sud dei singalesi le ruspe sono al lavoro per rimuovere i detriti e ricostruire la ferrovia, man mano che ci si avvicina al Nordest a maggioranza tamil sulle strisce d’asfalto sconnesso, la situazione si fa più disastrosa. A Batticaloa l’effetto è quello…

Friulani nel Belice Asiatico

«Questo non è il Friuli, questo è il Belice», ci dice il toscano Lorenzo. E sa di cosa parla. In Sri Lanka la ricostruzione post-tsunami si scontra con i tempi “elastici” e i mille paletti delle autorità locali, aspramente criticati dalle ong nella riunione a Colombo del 3 febbraio con i ministri degli Affari esteri…

Città assediata

«Ai posti di blocco sorridi. Perché il sorriso è l’inizio della pace», dice Anton, il secondo che incontriamo sulla nostra strada. Ma è difficile credere che possa bastare. A Trincomalee, la città assediata che raggiungiamo dopo aver attraversato una terra di nessuno popolata solo da soldati, formicai e bufali, con posti di blocco e fortini…

In prima linea

Nella città assediata da 20mila soldati, c’è la Protezione civile italiana, assieme ai volontari dell’Ana che lavorano nell’ospedale da campo portato da Bergamo all’isola di Kinniya. Fra loro, Nives Baldacconi, infermiera di Villa Santina, e Monica Piccoli, ginecologa di Casarsa. Ma dentro il Club Oceanic non c’è spazio per la paura. Per Monica questa è…

Denuncia

«Il governo srilankese sta utilizzando lo tsunami per combattere i tamil lasciandoli nella disperazione. – denuncia il medico friulano Fanni Canelles – Non solo: visto che molte ong stanno dirottando i loro sforzi verso la zona tamil ha mandato una lettera che impedisce a chiunque di poter gestire autonomamente i soldi degli aiuti e, sempre…