Categoria: Religione

ISIS, una macchina mediatica

L’Isis vive delle emozioni irrazionali che riesce ad innescare. I suoi attacchi hanno fatto meno morti in Europa del numero di vittime quotidiane in incidenti stradali, ma questa diventa una valutazione superflua se le azioni vengono condotte in modo tale da innescare quanta più emotività possibile Eugenio Dacrema Una volta c’erano gli anarchici, poi i…

Come comunicano i terroristi?

I media classici e quelli del web vengono utilizzati dai network jihadisti per propaganda, reclutamento, proselitismo. Sono molte le strategie utilizzate oggi per mantenere l’anonimato, dall’utilizzo di cellulari usa e getta fino ad una cifratura specifica, nota come Mujahideen Secrets 2 Gabriella Russian Ciò che tristemente accomuna New York, Bali, Ryiad, Casablanca, Istanbul, Mosca, Madrid,…

Multiattorialità e complessità “culturale”

Quasi dieci anni dopo gli attacchi qaedisti condotti a Londra e Madrid, il terrore jihadista torna a colpire l’Europa, ma questa volta per mano dell’Islamic State. In che modo l’Isis conquista cuori e menti degli jihadisti? Arije Antinori Gli attacchi terroristici che hanno colpito le metropoli europee di Parigi e Bruxelles ribadiscono tristemente, ancora una…

Lo schiaffo dell’Isis al futuro dei bambini

Il coinvolgimento dei più giovani mostra la volontà dell’ISIS di rafforzare le proprie radici sul territorio, puntando, contemporaneamente, a garantirsi la sopravvivenza futura, costruita sulle quotidiane violazioni delle libertà e dei diritti dei Siriani e degli Iracheni rimasti Angela Caporale Tocca all’UNICEF, con un comunicato stampa, denunciare la chiusura forzata di tutte le scuole in…

L’evoluzione del radicalismo islamico

Gli attentati di Parigi e Bruxelles hanno marcato la storia europea e hanno aperto una nuova fase della sicurezza internazionale, superando l’approccio adottato dopo l’11 Settembre Monica Esposito Quando si descrive il fenomeno del terrorismo in Europa ricorrono due definizioni: “foreign fighters” e “radicalizzazione”. Il primo si riferisce ad una tipologia di attori, i “combattenti…

Palmira, sopravvissuta alla barbarie

Oggi, per fortuna, Palmira è stata liberata. Conosciamo lo stato del sito archeologico e molte sono le proposte avanzate dagli studiosi di tutto il mondo per la sua “rinascita”. Ripercorriamo le vicende dell’assedio Maria Teresa Grassi Le drammatiche notizie provenienti dal sito archeologico di Palmira, invaso dalle truppe dell’Isis e fortemente minacciato da distruzioni e devastazioni,…

Riflessioni in prospettiva pedagogica interculturale

“Comprendere e dialogare sulla paura del terrorismo e sulle trappole del pregiudizio” è il titolo del convegno svoltosi presso la Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione dell’Università di Bologna e nato dalla necessità di confrontarsi sul tema da una prospettiva differente Stefania Lorenzini, Anna Pileri Noi, gli umani viventi oggi, esprimendo forme diverse di civiltà…

La riabilitazione dei terroristi che tornano a casa

Combattere l’estremismo sul suo stesso terreno. “Disintossicare” i terroristi dalla propaganda jihadista. Porre rimedio al lavaggio del cervello a cui erano sotto posti quotidianamente mentre combattevano o venivano addestrati. Una rilettura“pacifista” e moderata del Corano. Marco Colombo Cosa succede quando un combattente non ce la fa più, quando qualcosa gli si spezza dentro? Quando decide…

Boko Haram, al-Shabaab, al Qaeda: mappa del jihad in Africa

Nella sezione dedicata all’Africa del “Country Reports onTerrorism”, emergono “significativi livelli di attività terroristica” in varie zone del continente Marco Cochi Boko Haram: la provincia occidentale africana dello Stato Islamico Boko Haram è attivo in Nigeria ed è l’organizzazione radicale islamica più grande e numerosa ad aver proclamato la sua sottomissione allo Stato Islamico, ufficializzata…

Rapimenti, contrabbando e bracconaggio

I canali economici del terrorismo in Africa Sub-sahariana sono principalmente due: da un lato ci sono le attività criminali sul territorio, dall’altro il supporto tramite donazioni e contributi all’interno tra i network terroristici. Beniamino Franceschini Con oltre 15.000 vittime causate dal 2009, Boko Haram è l’organizzazione terroristica più sanguinaria al mondo. In Nigeria, e nei…