Giuseppe Paxia

L’indagine e la sperimentazione artistica di Giuseppe Paxia scaturiscono dall’interazione di molti interessi e passioni che vedono una vicendevole completezza dettata dall’interazione tra la vita professionale e quella creativa. La profonda conoscenza dell’uomo e delle sue sfaccettature, l’urgente necessità di trovare la chiave per accedere ai segreti e all’essenza dell’essere a mezzo sia dell’osservazione analitica della psicologia sia grazie alla realizzazione creativa, portano Paxia a trasformare un pensiero astratto in immagine, e ne creano interazione a tal punto da delineare un pragmatico percorso che attraversa una strada di sapere segreto codificato.

Il ballottaggio tra gli infiniti temi da trattare vede il loro concretizzarsi con la tecnica artistica del collage cartaceo, fondandosi, come tematica da sviluppare, principalmente sull’analisi del comportamento del gruppo nella società e principiando il suo dialogo inequivocabilmente e sempre dal segreto sentire del singolo.

Questi sono i temi che vivono, con le loro fattezze specifiche, i palcoscenici immoti e quasi metafisici restituiti dalle opere di Paxia, talvolta vissuti come sogno lucido, seppur  ne sottolineino un emblematico e intrigante stato di trance contemporanea del vivere. Le immagini ricercate, rielaborate e riambientate a mezzo di questa tecnica, creano ambienti surreali, vivificati in prospettive improbabili che si possono riesumare principalmente nello scorrere veloce del sogno, dove l’immobilità dell’azione talvolta si fissa come ultimo ricordo nel nostro pensiero o come un cortometraggio, dove sì c’è lo scorrere delle scene, ma se prese singolarmente immortalano un momento definito nell’attimo già passato: questo dà il modo di vedere la galleria dei quadri come uno scorrere continuo della partita della vita e ne propone, a mezzo di un’orditura e trama, le varie interazioni sociali per arrivare successivamente all’intimistico insieme di pensiero del singolo.

Paxia diviene così il principale mediatore della consapevolezza di chi è l’uomo o di come si esprime attraverso i suoi tre stati di istanza intrapsichica a livello sociale in generale e nel gruppo, partendo dal singolo e analizzandolo, descrivendo con un occhio più clinico, il meccanismo di funzionamento della mente umana che risiede nell’Io, l’ES ed il Super Io. Da qui… principia il Tutto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *