Lo scrigno dell’arte: la vita di Nello Cornelio Taverna

nello cornelio taverna

Nello Cornelio Taverna nasce a San Giorgio di Nogaro (UD) nel 1950. Inizia a dipingere giovanissimo ed espone già a partire dalla fine degli anni ’60. Al suo lavoro si sono interessati autorevoli critici pubblicando recensioni in giornali, riviste, cataloghi d’arte, trasmissioni televisive. Ha esposto in tutta Italia e all’estero, in gallerie, Musei e Sale espositive pubbliche e private.

È presente in vari cataloghi d’arte della Mondadori, De Agostini e altre case editrici di settore. Taverna è un artista riconosciuto a livello internazionale.

Dopo un primo percorso di conoscenza della tecnica pittorica accademica abbandona la pittura di maniera verso la fine degli anni ’70. Gli anni ’80 lo vedono dedicato alla sperimentazione di forme e materiali diversi quali: terra, sabbia, sale, cera, cenere e ceramica. Verso la fine degli anni ’80 il suo lavoro si concentra sulla ricerca dell’energia e dell’armonia dei movimenti dell’acqua, della sabbia e del vento.

In quel periodo ha inizio un’intensa attività di collaborazione con importanti Gallerie Italiane e la diffusione nel mondo di “affiches” delle sue opere con le “Arti Grafiche Ricordi”. Nel 1998 l’incontro in Toscana con il gallerista Tiziano Forni di Bologna segna un sodalizio professionale di fiducia che lo porta ad esporre in molte città italiane e a riconoscere il suo lavoro come unico nel suo genere.