Papa Francesco al Quirinale: “La dove cresce la speranza si moltiplicano anche le energie”

di Tiziana Mazzaglia @TMazzaglia

 

La visita di Papa Francesco Bergoglio al Quirinale, accoglienza dei dipendenti in presenza dei loro figli e il dialogo con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Papa Francesco Bergoglio e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Fonte: google.it

Papa Francesco Bergoglio e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Fonte: google.it

Il 14 novembre c.m. Papa Francesco si è recato in visita al Quirinale per incontrare il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Una visita non usuale, ma dettata dal momento storico che stiamo vivendo, infatti, si tratta del quinto papa che compie questa visita. Il 3 luglio 1962, Giovanni XXIII, dopo la nascita della Repubblica, ha incontrato il Presidente Antonio Segni, anche l’anno seguente papa Paolo VI si è recato prima dallo stesso Antonio Segni e poi da Giuseppe Saragat. Il 2 giugno 1984 Giovanni Paolo II si è recato da Sandro Pertini e, ancora, il 4 ottobre del 2008 da Giorgio Napolitano. Ecco come si è svolta la giornata: Alle ore 10,55 Bergoglio si dirige verso il Quirinale; Ore 10,57 Il papa arriva a destinazione e stinge la mano del presidente Napolitano; Alle 11,02 si incamminano, insieme, verso la sala dei ricevimenti dove rimangono fino alle 11,47. Un colloquio svolto in forma privata, che precede i discorsi ufficiali, in cui Bergoglio ha incitato a compiere “più sforzi per le famiglie e per la crisi” (…) “La famiglia ha bisogno della stabilità e riconoscibilità dei legami reciproci, per spiegare pienamente il suo insostituibile compito e realizzare la sua missione” (…) “La famiglia mette a disposizione della società le sue energie, essa ci chiede di essere apprezzata, valorizzata e tutelata” (…) è necessario moltiplicare gli sforzi per alleviare le conseguenze e per cogliere ed irrobustire ogni segno di ripresa” (…) “La dove cresce la speranza si moltiplicano anche le energie”. Un grido per conto di tutti gli italiani costretti a vivere in balia di un destino pilotato dai potenti, con continui tagli ai lavori che creano situazioni di enorme disagio, togliendo la possibilità di avere i beni necessari e primari, oltre che la dignità. Dopo questo intervento del papa il popolo attende i primi segnali di speranza, volenterosi e impazienti di poter moltiplicare le energie.

 

  1 comment for “Papa Francesco al Quirinale: “La dove cresce la speranza si moltiplicano anche le energie”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *