Che cosa sono le cellule staminali

Le cellule staminali sono le cellule da cui derivano tutti i tessuti del corpo. La trasformazione (differenziamento) avviene sia nel periodo embrionale da una cellula staminale primordiale (che ha grandi capacità di trasformazione), sia nell’individuo adulto da cellule staminali già maturate e quindi con minore capacità di evoluzione in tessuti diversi. La possibilità di gestire a piacimento la trasformazione di queste cellule è la strada che i ricercatori stanno percorrendo per curare con l’impianto di cellule ”nuove” vari tipi di malattie come il morbo di Parkinson e l’Alzheimer, i traumi midollari, il diabete, l’infarto, varie malattie rare, ecc. Con il trapianto di cellule staminali si dovrebbe quindi sostituire la parte di tessuto danneggiata dalla malattia. Questa terapia pone però un problema etico nell’utilizzo e quindi nel sacrificio dell’embrione come fonte di cellule. Inoltre una delle preoccupazioni della comunità scientifica è che cellule staminali trapiantate possano produrre tumori nel ricevente. Questo sospetto è maggiore nell’utilizzo di cellule staminali embrionali (HESC). Per questo gli scienziati cercano di modificarle prima dell’utilizzo in modo da trapiantare cellule già differenziate e maturate in laboratorio (OPC) verso il tessuto da riparare, in questo modo dovrebbero essere. Riguardo al rischio di rigetto sia le OPC che le HESC sembra non stimolino forti risposte a livello immunologico, fornendo il razionale per usarle anche fra tessuti non compatibili con HLA. Per tutti questi motivi gli atteggiamenti verso l’uso di cellule staminali a fini di ricerca o di cure mediche variano da un paese all’altro. In Germania l’estrazione di cellule staminali da un embrione umano è illegale. In Gran Bretagna è legale se si utilizzano embrioni umani a fini di ricerca fino a quattordici giorni dopo la fecondazione dell’ovulo. In molti paesi non esistono ancora leggi esplicite atte a disciplinare la ricerca sulle cellule staminali umane. Per tutte queste difficoltà si sta tentando di utilizzare le cellule staminali del cordone ombelicale o adulte (del midollo osseo) anche se queste non sono facilmente ”pilotabili” nella trasformazione come quelle embrionali.

David Roici

Massimiliano Fanni Canelles

Viceprimario al reparto di Accettazione ed Emergenza dell'Ospedale ¨Franz Tappeiner¨di Merano nella Südtiroler Sanitätsbetrieb – Azienda sanitaria dell'Alto Adige – da giugno 2019. Attualmente in prima linea nella gestione clinica e nell'organizzazione per l'emergenza Coronavirus. In particolare responsabile del reparto di infettivi e semi – intensiva del Pronto Soccorso dell'ospedale di Merano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.