Festival Vegetariano, al via la IV edizione tra sapori, dibattiti e show cooking

Da oggi fino a domenica a Gorizia ritorna una delle la manifestazioni nazionali più importanti interamente dedicata al bio-vegetariano.

 

Cucina, salute, benessere, sviluppo sostenibile, queste le parole chiave della IV edizione del Festival Vegetariano, ad accesso completamente gratuito, che oggi a Gorizia in piazza della Vittoria, apre i battenti e proseguirà fino a domenica.

L’evento, organizzato dell’Associazione Eventgreen e promosso da Biolab, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, realizzato interamente con finanziamenti privati e sostenuto da numerose aziende italiane del settore biologico,  intende porsi sempre di più come spazio di confronto e sensibilizzazione ad uno stile di vita basato sull’alimentazione “veg”, la protezione ed il rispetto dei diritti di tutti gli esseri viventi, la possibilità di uno sviluppo sostenibile e di una crescita economica etica.

La vera scommessa della grande kermesse bio-vegetariana, è soprattutto quella di rivolgersi alle persone comuni, a coloro che non si sono ancora mai soffermati a pensare quanto una piccola modifica di un’ azione quotidiana rechi grandi benefici alla salute e all’ambiente.

Proprio per operare questa “conversione” di rotta, il Festival dà ampio spazio al dibattito ospitando personaggi illustri del panorama culturale ed accademico, tra cui il geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi, i conduttori radiofonici Massimo Cirri e Francesca Cheyenne, il  poliedrico Jacopo Fo, il giornalista Pietro Del Re, l’esperto di decrescita Maurizio Pallante, il  comico Diego Parassole, Don Pasta e molti altri.

Ma non ci saranno solo dibattiti. Oltre ovviamente alle degustazioni delle bio-bontà, nel corso della tre giorni, saranno svelati i segreti dell’arte culinaria attraverso lo showcooking di importanti maestri chef, organizzati laboratori per bambini, ed accolte le esperienze e suggestioni della cagnetta Smilla e del suo “umano” Paolo  Susana che hanno attraversato lo Stivale in sidecar, per portare avanti una campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali e i canili-lager.

Collaterale alle attività del Festival, la rassegna cinematografica “No Impact Cinema” , a cura  della Mediteca.GO “Ugo Casiraghi” della Provincia di Gorizia, del Cineclub di Gorizia e del LaREA-Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale di ARPA FVG in collaborazione con  Kinemax, e la mostra di Art Nose Painting di Kowalsky.

di Ornella Esposito

Per saperne di più: www.festivalvegetariano.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *