Guida Blu, il mare più bello e sostenibile d’Italia

di Michela Arnò @MhlArno

Pulizia del mare, sostenibilità e tutela del paesaggio sono stati gli elementi principali per la nomina delle 14 località marittime e 7 lacustri premiate con le 5 Vele della Guida Blu.

Castiglione della Pescaia,  foto di Giovanni Pracucci

Castiglione della Pescaia, foto di Giovanni Pracucci

Legambiente e Touring Club Italiano presentano la Giuda Blu 2014 dedicata a premiare le località costiere italiane che hanno saputo coniugare, con successo, turismo e sostenibilità. La guida dal nome “Il Mare più Bello” pone sul podio delle località peninsulari Castiglione della Pescaia (Gr), Pollica-Acciaroli-Pioppi (Sa) e Possada (Nu). Tra le isole minori, primo il comune eoliano di Santa Maria Salina (Me), mentre per le località lagunari trionfa il Trentino Alto Adige con Molveno (Tn), Appiano sulla strada del vino (Bz) e Fie’ allo Sciliar (Bz). La Sardegna si contraddistingue con il maggior numero di comprensori turistici, 5 nella top ten, con il primo posto al Golfo di Orosei, Ogliastra e Baronia. Sono state 21 i in totale, le località a guadagnarsi il simbolo delle 5 vele che sintetizzano un punteggio da 1 a 100 assegnato ai comuni sulla valutazione di sette punti: lo stato di conservazione del territorio e del paesaggio; la qualità dell’accoglienza e la sostenibilità turistica della località; la pulizia del mare e delle spiagge, la presenza di spiagge libere etc.; le località che offrono luoghi di interesse storico-culturale, musei, siti archeologici etc.; la presenza di servizi per disabili motori; i comuni che hanno promosso iniziative nel campo della gestione sostenibile; la presenza di fondali particolarmente interessanti per chi pratica l’attività subacquea e di servizi a terra.
La Guida, presentata con una nuova grafica e con ampio spazio alle foto, è un’occasione per riflettere sulle potenzialità del nostro territorio e della nostra penisola e tra le novità si segnalano: le informazioni sulla qualità dei territori, i consigli pratici, l’accorpamento delle località e dei comuni costieri in 35 comprensori turistici, e per ogni zona balneare, si segnala un circuito di visita nell’entroterra, alla scoperta di località come le Bandiere arancioni, il marchio di qualità del Touring che seleziona e certifica le località d’eccellenza dell’entroterra con meno di 15.000 abitanti.

Ma quest’anno la Guida “Il Mare più bello” diventa anche social: fino al 23 luglio, sarà possibile votare i lidi più belli attraverso il sito di Legambiente e sui principali social network con l’hashtag #laspiaggiapiùbella.

“Le località premiate con le 5 vele da Legambiente rappresentano l’eccellenza dei distretti del nostro territorio costiero – dichiara Angelo Gentili, Responsabile Turismo Legambiente – La qualità che fa la differenza e che traccia le linee guida di ciò che dovrebbe rappresentare il futuro del nostro comparto turistico, capace di garantire occupazione e rilancio dell’economia. Uno scenario positivo, che riesce a coniugare l’autenticità e l’identità dei luoghi, con la bellezza del mare, delle isole e della costa, puntando a valorizzare la qualità dei servizi e la sostenibilità ambientale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *