Petali di parole, poesie e disegni, di Tiziana Mazzaglia

di Tiziana Mazzaglia  @TMazzaglia

Nuova edizione di un’antologia che accomuna poesie e disegni della stessa autrice, Tiziana Mazzaglia. L’opera sarà presentata il prossimo autunno, sia a Roma, sia a Milano, insieme ad altre due, Scarabocchi nella mente e il romanzo Storie di un precariato infame, trilogia edita dalla Fondazione Mario Luzi di Roma.

Tiziana Mazzaglia, 37 anni.

Tiziana Mazzaglia, 37 anni.

L’opera, Petali di parole, poesie e disegni, nuova edizione, Tiziana Mazzaglia, Fondazione Mario Luzi editore, Roma Marzo 2013 ISBN 978—88-6748-036-4. Pubblicata per la prima volta a Gennaio del 2013, presentato, nel Febbraio 2013, a Pavia, presso la Biblioteca Universitaria, Salone Teresiano, MIBAC, sotto la direzione del Prof. Giovanni Cordini, docente dell’Università di Pavia. In questi giorni l’opera è edita in una nuova versione curata dalla Fondazione Mario Luzi, arricchita di una prefazione del Dott. Mattia Leombruno e di un’auto- intervista dell’autrice. «Petali di parole è la seconda raccolta poetica, che segue Scarabocchi nella mente, pubblicata con la Fondazione Mario Luzi. I due lavori, pur con suggestioni e caratteri differenti, segnano un percorso che è in continuità logica e dialettica. In quest’opera ci si cala infatti più addentro e nel vivo di uno sguardo profondo ed ampio sull’intera scena d’esistere.(…) L’amore per l’autrice verso la parola, inteso come rapporto privilegiato ma non esclusivo con il senso profondo d’esistere, che Tiziana Mazzaglia percepisce e da cui trae orizzonte per la propria ispirazione. Esso è soprattutto un sentimento condiviso, messo in comunione, ri-messo nelle mani del lettore che è interlocutore preferenziale di questa scrittura libera da vincoli, che urla e dichiara se stessa in campo aperto, nella speranza di un approdo, di un ascolto, che non smarrisca l’eco nel riverbero del mondo». Dalla prefazione di Mattia Leombruno, Presidente della Fondazione Mario Luzi. «Queste poesie non sono state scritte con la volontà di pubblicare un volume. (…) Scritte solo per sensibilità verso ciò che mi circondava.(…) Mi sono sentita molto vicina alla poetica del Pascoli, perché ho descritto le sensazioni provocatemi dalle immagini, con la stessa sensibilità del ‘fanciullino’, ovvero di chi le vede per la prima volta.(…) Così, vedo le mie poesie e tutto ciò che scrivo, sia gli articoli, sia i saggi. Saranno lette sicuramente da chi le andrà a cercare, ma saranno intese da ognuno secondo la propria sensibilità. (…) Kandinskij sosteneva che il valore di un’opera d’arte consiste nel suo profetizzare un mondo. Ed è questo che mi aspetto dalle mie poesie.» Tiziana Mazzaglia, l’autrice. La presentazione avverrà insieme a Scarabocchi nella mente e Storia di un precariato infame, sia a Roma, sia a Milano, nel prossimo autunno, in data da definirsi. Per informazioni consultare: www.drtizianamazzaglia.it

NOTA BIOGRAFICA:

Tiziana Mazzaglia è nata a Messina il 14/10/1976 ed è residente a Pavia, dove si è laureata nella Facoltà di Lettere e Filosofia, in Lettere moderne, presso l’Università degli Studi di Pavia nel 2000. Ha proseguito gli studi e le ricerche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano concludendo nel 2004. Vincitrice di borse di studio, ha conseguito quattro master e vari corsi di perfezionamento. Docente di Lettere in Istituti di istruzione secondaria di secondo grado a Milano dal 2005, ha svolto vari incarichi in particolare nel campo dell’editoria e del giornalismo. Scrive tutt’ora per varie testate tra cui «SocialNews» ed è socia di @uxilia. Ha esordito, come scrittrice, nel 2013 con il volume di poesie dal titolo “Petali di parole”, oggi ristampato e ampliato, dalla Fondazione Mario Luzi di Roma, Marzo 2014, ISBN 978-88-6748-036-4. Autrice, anche, di un secondo libro di poesie e disegni dedicati alle donne vittime di maltrattamenti: “Scarabocchi nella mente”, Fondazione Mario Luzi, Roma, Dicembre 2013 ISBN 978-88-6748-046-3. Stanno per essere pubblicati, anche, un romanzo dedicato a storie di vita di professori precari, dal titolo “Storia di un precariato infame”, Fondazione Mario Luzi editore, Roma 2014, e un manuale di Guida allo studio, Letteratura e Storia, per gli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado. Si tratta di una raccolta del materiale didattico pubblicato nella rubrica “L’angolo della scuola” della rivista telematica Socialnews (https://www.socialnews.it/angolo-della-scuola/). Parte de ricavato sarà destinato ad @uxilia onlus per finanziare le cure mediche dei bambini bisognosi. Per informazioni è possibile consultare il sito: www.drtizianamazzaglia.it

 

  1 comment for “Petali di parole, poesie e disegni, di Tiziana Mazzaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.