India: “L’inaudito accade ogni giorno”

di Tiziana Mazzaglia @TMazzaglia

 

In India una sedicenne è stata vittima di violenze sessuali e infine bruciata viva, mentre nel grembo custodiva un’altra vita.

Manifestazione in India. Fonte: google.it

Manifestazione in India. Fonte: google.it

L’inaudito accade ogni giorno” sosteneva anni fa I. Bechmann, e tutt’oggi lo stesso inaudito popola il nostro pianeta. È successo in India, a Madhyagram, vicino Calcutta, vittima una ragazzina di soli sedici anni. Era stata stuprata, per ben due volte, da sei uomini, lo scorso 26 e 27 ottobre. Una violenza con le conseguenze di una gravidanza, quando, infine, il 23 dicembre 2013, la crudeltà non ha avuto limiti. La giovane donna è stata bruciata viva all’interno della sua abitazione, insieme alla piccola creatura che portava nel grembo e non aveva, ancora, visto la luce. Un caso clamoroso che non può essere taciuto, ma urla, nella sua crudeltà. Impellente il bisogno di provvedimenti definiti a difesa del sesso femminile, in India, in particolare e in tutto il mondo. Decina di persone hanno manifestato il loro sdegno e la loro rabbia nella metropoli nord orientale. Manifesti e fiaccolate hanno colorato le strade, macchiate di crimine, in attesa di un futuro diverso, in cui vedere applicati i propri diritti nel rispetto della propria dignità. Il governo indiano ha risposto annunciando di provvedere all’installazione di telecamere e dispositivi Gps sui mezzi di trasporto pubblico. Un piccolo passo che apre sentieri nuovi in attesa di altri provvedimenti.

  1 comment for “India: “L’inaudito accade ogni giorno”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *