Avatar

Alessia Biondi

Nata a Parma nel 1994 e residente a Vicenza, attualmente studio Scienze Politiche, Relazioni Internazionali e Diritti Umani all’Università di Padova e collaboro con SocialNews come parte di un progetto inerente al mio programma di studi. Da sempre appassionata di scrittura, lingue e viaggi ho tenuto per diversi anni un mio blog personale su questi temi. Mi interesso di diritti umani, storia e attualità e coltivo una grande passione per l’Estremo Oriente e le sue culture.

Schiave d’Italia, lo sfruttamento lavorativo e sessuale delle donne romene in Sicilia

sfruttamento donne romene campi sicilia

La produzione ortofrutticola ragusana costituisce una delle più importanti realtà dell’economia siciliana e di tutto il Meridione, oltre a rappresentare una delle principali fonti di provenienza di prodotti agricoli non confezionati a livello nazionale. Grazie al clima favorevole e a tecniche di coltivazione avanzate, Ragusa rifornisce, anche fuori stagione, di ortaggi i supermercati d’Italia ed…

“This Is Not Paradise”, la schiavitù delle lavoratrici migranti in Libano

this is not paradise libano

In Libano, 250.000 donne migranti vivono e lavorano come collaboratrici domestiche alle dipendenze delle famiglie locali. Il rapporto di lavoro è gestito secondo il sistema della Kafala, che lega quasi indissolubilmente la donna al padrone e non consente di interrompere o lasciare l’impiego senza il suo permesso. Funziona così: numerose agenzie di reclutamento fanno da…

My Family’s Slave, una storia di moderna schiavitù

filippine the atlantic

“Avevo una famiglia, una carriera, una casa in un sobborgo residenziale – il sogno americano. E poi avevo una schiava.” Così scriveva Alex Tizon, giornalista e vincitore del Premio Pulitzer, recentemente scomparso, in un articolo pubblicato nel numero di giugno del mensile statunitense The Atlantic. “My Family’s Slave” (“La schiava della mia famiglia”) racconta la…

Adozioni a distanza: luci e ombre di un gesto d’amore

adozioni a distanza africa uganda

Il sostegno a distanza è una delle forme principali attraverso cui aiutare le popolazioni in difficoltà. Aderendo a una delle molte organizzazioni che operano in questo settore e versando una quota fissa, mensile o annuale, è possibile finanziare le spese relative all’educazione, all’alimentazione e alle cure mediche di individui o gruppi di persone che vivono…

Je So’ Pazzo: l’ospedale psichiatrico occupato diventa centro di cultura e solidarietà

Nel marzo 2015 decine di studenti, lavoratori e attivisti hanno occupato l’ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario “Sant’Eframo”, nel centro di Napoli, da anni lasciato al degrado e all’incuria. Si sono rimboccati le maniche e hanno sistemato la struttura per poterla riconsegnare alla città e ai suoi abitanti. Hanno ribattezzato il posto Je So’ Pazzo, dal titolo…

Fashion Revolution Day, per una moda etica e sostenibile

fashion revolution day moda sostenibile bangladesh

Il 24 aprile 2013 il crollo del Rana Plaza, un grande edificio commerciale della periferia di Dacca, in Bangladesh, uccise 1138 persone e ne ferì più del doppio. La struttura ospitava negozi e uffici, ma soprattutto diverse fabbriche di abbigliamento che producevano per importanti marchi occidentali, come Benetton, Mango e Primark. I proprietari dei cinque…

Famiglie arcobaleno: manuale per aspiranti genitori omosessuali

famiglie arcobaleno due papà

Costruire una famiglia è un desiderio che tutti hanno e che tutti dovrebbero poter realizzare, a prescindere dal proprio orientamento sessuale. Tuttavia, se in alcuni Paesi coppie dello stesso sesso godono già degli stessi diritti delle coppie eterosessuali, potendo liberamente sposarsi e crescere figli, la situazione in Italia è ancora piuttosto arretrata. Quali opzioni esistono,…

L’intolleranza religiosa e la discriminazione ai tempi dell’estremismo

bambino prega allah discriminazione

Le discriminazioni razziali non sono un fenomeno nuovo. Per molti versi, l’intera storia sociale dell’umanità è stata una storia di discriminazioni, una storia di gruppi che di volta in volta hanno cercato di prevalere su altri, rivendicando per sé benefici ed escludendo i “diversi”, coloro che, per ragioni etniche, appartenenze o identità, non erano ammessi…