A Bologna, Sant’Orsola e Polizia postale insieme per promuovere un uso sicuro della rete

Al via lo sportello del Pronto soccorso pediatrico dedicato al cyberbullismo e alle insidie in rete.

Prende avvio in occasione della Giornata dedicata alla promozione della Sicurezza in rete (Safer Internet Day), il nuovo centro di formazione e di ascolto pensato per rispondere ai bisogni di genitori, insegnanti, educatori, bambini e adolescenti.

Un luogo d’incontro per promuovere conoscenza e consapevolezza sugli usi del web e allo stesso tempo per individuare tempestivamente e intervenire insieme nelle situazioni a rischio.

Il Compartimento di polizia postale e delle comunicazioni dell’Emilia-Romagna della Polizia di Stato e il Policlinico di Sant’Orsola hanno infatti sottoscritto un Protocollo d’intesa alla presenza del Questore di Bologna per sviluppare insieme un nuovo servizio andando incontro alle famiglie e unendo le forze per dare un aiuto concreto. 

Nel Pronto soccorso pediatrico del padiglione 13, diretto dal professor Marcello Lanari, promotore dell’iniziativa, due volte al mese, al pomeriggio, sarà aperto un punto di ascolto con operatori specializzati della Polizia di Stato e operatori socio-sanitari, mentre materiale informativo sarà distribuito in tutte le sale d’attesa.  

Al servizio potranno accedere direttamente o tramite appuntamento sia i genitori sia i minori ma anche tutti coloro che hanno necessità di comprendere meglio il fenomeno e di confrontarsi con il personale dello sportello.  Purtroppo sono numerosi, infatti, i fenomeni nel mirino dello sportello: dal cyberbullismo all’adescamento, dall’incitamento all’autolesionismo a quello verso l’anoressia. Lo scopo principale sarà prendere in carico casi di abuso in rete, interrompendo i reati e dando aiuto alle vittime, ma non solo.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *