Work Wide Women: come imparare a  valorizzare se stesse online?

Sin dalla sua attivazione WWW, start up accelerata da TIM #Wcap Bologna ha attirato un considerevole numero di donne che, oggi grazie ai corsi realizzati, hanno una marcia in più per sconfiggere la disoccupazione.

foto_team

Work Wide Women è la prima piattaforma di social learning leader nella formazione femminile sulle nuove professioni legate al web e alle nuove tecnologie. Siamo una start-up accelerata da TIM #Wcap Bologna. Nonostante la nostra giovane età, abbiamo costruito un network molto solido di cui andiamo fiere. Tra i nostri partner ci sono, infatti, lo US Department of State, Google Italia e Telecom Italia.

Il nostro obiettivo principale è quello di diminuire la disoccupazione femminile attraverso la formazione di donne qualificate a svolgere le nuove professioni più richieste dal mercato del lavoro.

Cosa proponiamo? Da una parte, corsi e-learning e webinar per donne disoccupate e in cerca di nuove opportunità; dall’altra, servizi per aziende rivolti alla formazione qualificata di nuove figure tecniche da assumere o alla riqualificazione del personale femminile già presente.

Per quanto riguarda la nostra scuola on-line, i corsi e-learning comprendono lezioni multimediali e video corsi, il cui materiale didattico viene salvato al momento dell’acquisto, rimanendo disponibile alla consultazione in totale autonomia, in qualunque momento e da qualunque device. Quiz per testare le conoscenze acquisite e attestato finale di partecipazione per arricchire il cv completano l’esperienza del corso. I webinar, invece, sono lezioni frontali on-line in diretta con il docente, per le quali la partecipazione è soggetta ad iscrizione anticipata.

Tra i nostri corsi più richiesti ci sono Facebook Marketing, Community Manager, Blogging e Social Media Analysis. Questo dato rispecchia le nuove esigenze del mercato del lavoro, il quale richiede sempre più professioni legate al mondo della comunicazione web.

Ci teniamo a sottolineare che i nostri docenti sono professionisti accreditati nei diversi settori di competenza e lavorano ogni giorno a stretto contatto con l’evoluzione tecnologica. Per questo motivo i nostri corsi sono utili e ricchi di esempi.

Perché per le donne? Work Wide Women nasce per trasformare un problema in un’opportunità: intendiamo, infatti, offrire il nostro contributo alla diminuzione della disoccupazione femminile attraverso formazione on-line su nuove competenze, allineate alle richieste del mercato del lavoro.

Abbiamo avvertito fin dall’inizio della nostra esperienza grande curiosità e interesse per il nostro progetto: è già capitato, infatti, che alcune ragazze siano passate a trovarci in ufficio o ci abbiano contattate via e-mail o attraverso i social networks per esprimerci il loro appoggio.

Sul lato della formazione, una tappa per noi molto importante è stata WWWx30. Si tratta di un progetto di formazione gratuita nato con l’obiettivo di formare 30 donne disoccupate, italiane e straniere, come Community Manager (uno dei mestieri più richiesti del momento), fornendo loro nuove competenze allineate alle richieste del mercato del lavoro.

Il progetto è stato finanziato dallo US Department of State e ha visto come partner tecnici Women@Google e TIM #Wcap, media partner La 27esima Ora ed ente patrocinante Agid – Agenzia per l’Italia Digitale.

I risultati in termini di interesse per il programma sono stati molto positivi: più di 1.500 candidature per 30 posti disponibili, più di 200 tweet rilanciati sull’argomento e più di 100 pubblicazioni su quotidiani, magazine e blog.

WWWx30 è durato 4 mesi. In questo periodo, le trenta ragazze hanno seguito 5 corsi in e-learning e 10 ore di webinar e hanno potuto mettersi alla prova e acquisire nuove competenze.

Anche ora, a progetto formativo concluso, ci stiamo mantenendo in contatto con le partecipanti. Non nascondiamo che saremmo molto fiere se alcune di loro trovassero un’opportunità lavorativa grazie alla nostra attività, e qualcosa, in questo senso, si sta già muovendo.

Ecco alcune testimonianze delle ragazze che hanno partecipato al progetto:

“WWWx30 mi ha dato modo di conoscere e approfondire i social “dietro le quinte” e acquisire conoscenze che vorrei utilizzare in ambito lavorativo. Durante il corso ho anche scritto qualche pezzo per un blog!” Cristiana Maraviglia.

“Semplicemente, mi si è aperto un mondo di opportunità al quale prima non avrei mai pensato. Capire come usare in modo giusto questi mezzi ha rivoluzionato il mio modo di agire e pensare a scopi di lavoro.” Antonella Tamburrino.

“Il mio obiettivo ora è lavorare come freelance nelle professioni digitali.” Chiara Zaru.

“Quando ho trovato il vostro annuncio di formazione, ho pensato: “È proprio quello che stavo cercando!”” Martina Vannucci.

Per quanto riguarda i nostri corsi, riceviamo spesso feedback molto positivi ed incoraggianti. Allo stesso tempo, però, teniamo in considerazione eventuali critiche costruttive nell’ottica di poter migliorare il nostro servizio.

In definitiva, vorremmo iniziare una nuova cultura aziendale basata sull’investimento concreto nei talenti femminili. Le nostre principali alleate? La curiosità, la determinazione e la voglia di tendere all’altissima qualità.

Work Wide Women, piattaforma di social learning

Avatar

Angela Caporale

Giornalista pubblicista dal 2015, ha vissuto (e studiato) a Udine, Padova, Bologna e Parigi. Collabora con @uxilia e Socialnews dall’autunno 2011, è caporedattrice della rivista dal 2014. Giornalista, social media manager, addetta stampa freelance, si occupa prevalentemente di sociale e diritti umani. È caporedattore della rivista SocialNews in formato sia cartaceo che online, e Social media manager. 

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *