Il principe di N. Machiavelli: guida allo studio

di Tiziana Mazzaglia @TMazzaglia

Linee essenziali per delineare l’opera e le tematiche ricorrenti.

Fonte: google.

Fonte: google.

Il principe, di Nicolò Machiavelli è un libro che tratta la politica militare, scritto in un periodo in cui l’Italia era preda della Francia e della Spagna. L’autore con quest’opera esorta il principe Lorenzo De Medici a liberare l’Italia dagli stranieri formando in essa un forte stato unitario. Esorta a non servirsi di truppe mercenarie, ma di milizie cittadini, mossi dall’amore per la patria, di cui si possa sempre disporre per conquistare, mantenere e difendere il popolo. I temi trattati nell’opera sono: Armi, virtù, fortuna, politica, storia, patria. Le armi sono intese come la fortuna militare, dato che la vita degli stati si regge sui rapporti di potenza e il debole finisce sempre per diventare preda del forte. La virtù è la sintesi di intelligenza ed energia dell’individuo. Intelligenza vista come la capacità d’azione energica, risolutiva, intesa a conferire alla realtà della vita collettiva, nella politica che è vista come l’azione umana per eccellenza, nella quale va subordinato ogni apro interesse della religione alla morale e al vantaggio immediato del singolo individuo. La fortuna esorta l’azione audace e vigorosa capace di rovesciare la presente sventura considerata da molti fatalisticamente, per rifuggire dalle proprie reali responsabilità. Si tratta, quindi, di un destino imprescindibile. Questo concetto di fortuna deriva dalla cultura classica e viene delineato come una sorta di destino irrazionale e inesorabile formato da elementi reali, da circostanze e dalla storia in cui vive l’uomo. La politica è vista come un complesso di norme, una tecnica che consente di dominare la realtà. La storia è il complesso delle azioni umane. La patria, infine, è la civiltà di un popolo.

Socialnews

  1 comment for “Il principe di N. Machiavelli: guida allo studio

  1. Giorgino
    6 Apr 2014 at 10:37

    🙂 🙂 🙂

Rispondi