Bagliori di luce in campo culturale ed economico: Carrozza da via libera alla ricerca.

di Tiziana Mazzaglia  @TMazzaglia

Il Programma di ricerca Horizon 2020 ha avuto l’ok dal ministro Carrozza per finanziare la ricerca. Competitività tra paesi europei al fine di incrementare l’occupazione e la crescita economica.

Ministro Carrozza Maria Chiara. Fonte: google.it

Ministro Carrozza Maria Chiara. Fonte: google.it

 

Il 21 novembre c.m., il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza ha dichiarato: “via libera del Parlamento europeo al Programma di ricerca Horizon 2020”. Sembra di intravedere, finalmente, un po’ di luce alla fine del tunnel buio che sta percorrendo ogni ambito culturale nel nostro paese. Cesare direbbe “alea iacta est”, ovvero, “il dado è tratto” e ora ci saranno Fondi Strutturali e d’Investimento Europei dedicati alla ricerca e coinvolgeranno Regioni, Amministrazioni centrali, imprese, Università ed enti di ricerca. Le aree di interesse comprendono diversi campi tra cui: la salute, l’agricoltura, l’energia, i trasporti, il clima, l’innovazione e la sicurezza per la società. Tutti vertono sulla parola chiave “semplificazione”. Si tratta di una sorta di scommessa in cui entreranno in gioco vari paesi dell’Europa che competendo tra loro daranno il via ad una crescita economica. Sarà prevista una corsia preferenziale ai progetti in grado di avere un impatto immediato sull’occupazione.

  1 comment for “Bagliori di luce in campo culturale ed economico: Carrozza da via libera alla ricerca.

  1. Avatar
    Francesco Guadagno
    24 Novembre 2013 at 08:34

    ‘Solo investendo in ricerca e sviluppo dopo una attenta fase di revisione del nostro sistema scolastico e universitario che coinvolga le nostre eccellenze sarà possibile partecipare in maniera significativa al progetto europeo di ricerca horizon 2020. ‘ Prof. Francesco Guadagno (Anief).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *