Avatar

Alessia Biondi

Nata a Parma nel 1994 e residente a Vicenza, attualmente studio Scienze Politiche, Relazioni Internazionali e Diritti Umani all’Università di Padova e collaboro con SocialNews come parte di un progetto inerente al mio programma di studi. Da sempre appassionata di scrittura, lingue e viaggi ho tenuto per diversi anni un mio blog personale su questi temi. Mi interesso di diritti umani, storia e attualità e coltivo una grande passione per l’Estremo Oriente e le sue culture.

Endometriosi, tra malattia e resilienza

In Italia, si stima che 3 milioni di donne siano affette da endometriosi, una patologia cronica e invalidante, ma ancor oggi non sufficientemente conosciuta. Caratterizzata dal proliferare dell’endometrio, mucosa che riveste la cavità uterina, e dalla sua comparsa in sedi anomale, principalmente ovaie, tube, intestino (in casi rari anche reni e polmoni), è causa di…

Quando la violenza razziale diventa strumento politico

La tornata elettorale dello scorso 4 marzo ha sancito per la Lega Nord un successo insperato fino a pochi anni fa. Raccogliendo oltre il 17% dei consensi, Matteo Salvini e i suoi hanno sbaragliato la concorrenza, andando ad affermarsi quale maggiore partito di centrodestra e infliggendo un importante distacco di tre punti percentuali all’ormai storica…

Uragano Maria: cinque mesi dopo Porto Rico fatica a rialzarsi

Il 20 settembre 2017, l’uragano Maria ha colpito l’isola di Porto Rico, lasciando dietro di sé decine di vittime e danni incommensurabili. Il ciclone, il decimo per potenza e intensità mai registrato nell’area atlantica, è stato il peggior disastro naturale della storia del piccolo Stato caraibico, con precipitazioni torrenziali e spaventosi venti che hanno raggiunto…

Smog, la nuvola nera che opprime Nuova Delhi e che nel mondo causa più vittime delle guerre

Nel maggio 2016, l’UNEP (il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente) ha lanciato un drammatico allarme: le morti causate dall’inquinamento e dallo smog nel mondo sono 234 volte maggiori di quelle provocate dalle guerre. Ogni anno, si legge nel rapporto dell’Organizzazione, il degrado ambientale è responsabile a livello mondiale delle morti di più di un…

I Rohingya del Myanmar, la persecuzione di un popolo invisibile

I Rohingya sono un gruppo etnico di fede islamica residente principalmente nello stato birmano a maggioranza buddhista di Rakhine, al confine con il Bangladesh. Non sono riconosciuti quale minoranza e il Myanmar non garantisce loro nemmeno i più basilari diritti di cittadinanza. Perseguitati e vittime di violenze e discriminazioni in patria e respinti dai Paesi…

USA – Corea del Nord: tre decenni di negoziati falliti

corea del nord parata vittoria

La Corea del Nord diede inizio al proprio programma di sviluppo nucleare già negli anni Cinquanta del secolo scorso, in piena guerra fredda, grazie all’aiuto dell’alleato sovietico. Se inizialmente accettò di aderire al Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) e all’Agenzia per l’Energia atomica, enti internazionali preposti al controllo degli arsenali e degli utilizzi del…

Il fenomeno del “karoshi”: morire di troppo lavoro in Giappone

karoshi giappone

Matsuri Takahashi, ventiquattrenne dipendente dell’agenzia pubblicitaria giapponese Dentsu, morì suicida nel dicembre 2015, gettandosi dal tetto del dormitorio aziendale in cui viveva. Pochi giorni fa, il 6 ottobre, la società è stata condannata a pagare una multa di 500,000 yen (poco più di 4700 euro), al termine di un processo durato due anni e iniziato…

Avocado e crisi idrica: il frutto di tendenza che sta prosciugando il Cile

cile avocado sfruttamento

Nell’ultimo ventennio, l’avocado, da prodotto essenzialmente di nicchia, è passato ad essere un alimento consumato abitualmente da milioni di persone in tutto l’Occidente, dall’Europa al Nord America. Apprezzato per le sue innumerevoli proprietà benefiche e per il suo sapore esotico, la sua produzione richiede tuttavia condizioni ambientali e climatiche estremamente peculiari, difficilmente riproducibili con successo…

Gli schiavi di Pyongyang: come il regime nordcoreano si autofinanzia

statue kim jong un corea del nord

Schiacciata dalle sanzioni imposte dalla comunità internazionale e con una capacità di commerciare con l’estero estremamente limitata, la Corea del Nord ha dovuto escogitare nel tempo nuove soluzioni per garantire la sopravvivenza economica del regime e finanziare le proprie ambizioni, comprese quelle nucleari. Una di queste strategie, avviata già nella seconda metà del secolo scorso…