Martin Schulz Superstar, la risposta tedesca ai populismi

Martin Schulz gets the Obama treatment. Photograph: YouTube

L’ascesa fenomenale di Martin Schulz nella campagna elettorale in Germania per il prossimo cancellierato ha importanti implicazioni per l’Europa, ma è prima di tutto una sconvolgimento politico sul fronte interno. 61 anni, il barbuto ex presidente del Parlamento europeo è salito alle stelle nei sondaggi dalla sua nomina a sorpresa il mese scorso come cancelliere-candidato e leader per il partito socialdemocratico (SPD).
Dagli insulti subiti da Berlusconi ne è passato di tempo.

Un sondaggio INSA della settimana scorsa pone l’SPD davanti al CDU della Cancelliera Angela Merkel, per la prima volta in un decennio, e con un recupero di 10 punti in seguito alla nomina di Schulz. Ancor più eloquente un sondaggio dalla emittente televisiva ARD che da Schulz al 50% su Merkel al 34% se ci fossero elezioni dirette del cancelliere. (Nel sistema parlamentare della Germania, gli elettori scelgono il loro partito e il partito vincente elegge il suo cancelliere-candidato in Parlamento ndr.)

Come ha osservato l’editorialista di MarketWatch Matthew Lynn questa settimana:

La crescita di Schulz e della sinistra tedesca, insieme con l’aumento del centro-sinistra di Emmanuel Macron in Francia, potrebbe gettare le basi per il rilancio di un tandem franco-tedesco pro-euro in Europa.

L’ascesa di Martin Schulz: fattore sorpresa o sinistra reale?

Per il momento, però, la questione è se l’aumento di Schulz deriva semplicemente dal fattore sorpresa, o è qualcosa di più concreto a sinistra in Germania dopo 12 anni di politiche di centro-destra della Merkel. Schulz sembra in grado di accendere le speranze come altri politici non riescono a fare: scende fra la gente, parla diretto e semplicemente. È proprio Martin Schulz ad aver chiamato Trump “anti americano”. Merkel è vincolata dal suo ruolo di capo di governo, ma Schulz non ha tale vincolo.

The Schulz, e il fattore social

An example of a post on r/The_Schulz, a subreddit dedicated to German chancellor candidate Martin Schulz. Photograph: r/The_Schulz

Schulz sembra avere un grande appeal tra i giovani, come il Bernie Sanders americano, ed è diventato un meme di tendenza su Reddit. La diffusione virale di “The Schulz” subreddit – come in “Donald” – e il MEGA – “Make Europe Great Again” – ha fatto del candidato SPD una star sui social network.

Una grande parte del fascino popolare di Schulz è la semplicità, prima di intraprendere la sua carriera politica e diventare sindaco di Wurselen, un piccolo paese vicino ad  Aquisgrana, Schulz aveva una libreria , poi i suoi 23 anni al Parlamento europeo, ed ora la corsa alla Cancelleria Tedesca. Un uomo che sa parlare alla gente comune insomma.

Se l’SPD potrà ottenere abbastanza voti per sfuggire alla trappola mortale della grande-coalizione della Cdu della Merkel, ci sarà un’alleanza con i Verdi e i centristi Liberi Democratici (FDP), che nei sondaggi sono al di sopra della soglia del 5% , necessaria per tornare in Parlamento.

In ogni caso, “The Schulz” ha introdotto un fattore estremamente dirompente in quella che sembrava l’invincibile marcia di Angela Merkel per un quarto mandato.

The Schulz, fattore social, meme; l’impressione è che qualcosa si sta muovendo.

 

Claudio G. Torbinio
@holyghostpro

 

Rispondi