Tag: bambini soldato

Battiti d’ali

Ester Molinaro «Bambini? – esclamò meravigliato Nicholas – E cosa ci fanno lì? Non sono un po’ piccoli per combattere? E a scuola non ci vanno? Possono usare i fucili? La mamma mi dice sempre di non giocare con le cose pericolose, non credi che qui si esageri un po’?». Nicholas era un bambino di…

Fuori dall’inferno

Giorgio Fornoni “Mi chiamo Ansi Si Sussun… Stavo scavando diamanti quando quelli del Ruf mi sono saltati addosso e mi hanno fatto prigioniero. Ho combattuto in molte battaglie. Per restare vivo, ho dovuto uccidere mio fratello, mia sorella e gli zii.” Testimonianze raccolte tra il 2000 ed il 2001. Monsignor Giorgio Biguzzi, vescovo di Makeni,…

A 12 anni con un Kalashnikov in spalla

Sebastiano Nino Fezza Ce n’erano tanti, tutti armati. Scalzi, con pantaloncini sporchi e strappati, ma con il Kalashnikov lucido ed efficiente. Osservandoli attentamente, notai delle piccole ferite sulle loro tempie. Agli inizi del 1991, nella Sierra Leone divampa una guerra civile. La causa principale è il controllo delle miniere di diamanti. I ribelli del Revolutionary…

Los niños del hampa

Lorenzo Bagnoli Sono 863 i minori detenuti nelle carceri messicane. Tra loro ci sono anche ragazze, come Maria Celeste Mendoza, una sedicenne arrestata insieme ad altre cinque compagne il 17 giugno scorso. “Sono un sicario”, ha confessato durante l’interrogatorio. Li chiamano “Los niños del hampa”, i ragazzini della mala: difficile non definirli “bambini soldato”. In…

Il ritratto della rinascita

Intervista ad Anton Stanislaus Tanta gente semplice ed innocente si trova ancora nei campi di detenzione. Di loro non abbiamo notizie. Ancora troppi sono considerati “missing in action”. I campi sono prigioni e non vi è possibilità di accedervi. Lo Sri Lanka è un’isola situata al largo dell’India segnata da una storia antica e moderna…

Da Trincomalee a Udine

Laura Boy È difficile immaginare la sua forza a vederla così apparentemente fragile, vulnerabile, dolce e delicata. Ma in lei c’è una forte determinazione ed una volontà nate dall’impegno e dal coraggio della scelta di dedicare aiuto e generosità a chi ha bisogno. Non dimenticherò mai la prima volta in cui ho incontrato il suo…

Dall’intervento alla riabilitazione

Elide De Luca La vera sfida era la riprogrammazione del movimento, completamente alterato. Il comando del movimento risiede nel cervello e le varie zone del corpo vi sono rappresentate in base alla loro importanza funzionale. Ho conosciuto Pratheepa in seguito all’intervento chirurgico effettuato su di lei dal dott. Nicola Collini, dirigente medico di Ortopedia e…

Angelina Jolie sulla sentenza di condanna a Lubanga

Anche Angelina Jolie ha assistito all’Aja alla lettura del primo verdetto della Corte penale internazionale (Cpi). «È un momento importante per la Corte, per la Repubblica Democratica del Congo e per il diritto», ha detto l’attrice. «Forse, il verdetto di colpevolezza di oggi porterà qualche sollievo per le vittime delle azioni di Lubanga», ha aggiunto.…

Garantire la protezione delle piccole vittime

Roberta Angelilli Le conseguenze indirette della guerra includono l’interruzione dei servizi di base, i servizi igienici, la sanità, l’istruzione, la malnutrizione e la malattia. In un mondo che conta decine di conflitti armati, la vita di milioni di bambini è messa a rischio dalla violenza delle armi e dall’indifferenza degli uomini. Su scala mondiale, i…